Homepage > EMTC 2.0

Catalogo degli Tsunami Euro-Mediterranei (EMTC)

Version 2.0

Catalogo unificato dei maremoti generati nel Mediterraneo e nei mari europei limitrofi, a partire dal 6150 a.C. fino ai giorni nostri

Il Catalogo degli tsunami Euro-Mediterranei (EMTC2.0), realizzato in ArcGis online, contiene 293 tsunami ed è la versione aggiornata dell'EMTC pubblicata nel 2014.

La sezione italiana del database è stata rivista per implementare il nuovo database degli effetti degli tsunami lungo le coste italiane (ITED). Al fine di migliorare la qualità dei dati, tutti gli tsunami italiani di origine sismica sono stati collegati al Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (CPTI15) adottato come catalogo sismico di riferimento.

Nell'EMTC2.0 sono stati aggiunti due nuovi tsunami, ulteriori informazioni bibliografiche sono state aggiunte e, in base alle nuove informazioni ottenute, sono cambiati alcuni parametri dello tsunami, come l'affidabilità, l'intensità, la causa generatrice, ecc.

ITED ed EMTCv2 sono interconnessi e sono accessibili attraverso una WebApp appositamente costruita che permette all'utente di passare facilmente da un database all'altro. L'EMTC è interoperabile con il database dell'Archivio Storico Macrosismico Italiano (ASMI).

Accesso ai dati

E' possibile accedere a EMTC tramite un'interfaccia interattiva disponibile al seguente indirizzo

http://ingv.maps.arcgis.com/apps/webappviewer/index.html?id=a14231712588470ea1c4454301b8294c

Come citare i dati

Maramai A., Graziani L., Brizuela B. (2019). Euro-Mediterranean Tsunami Catalogue (EMTC) (Version 2.0). Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). https://doi.org/10.13127/tsunami/emtc.2.0

Bibliografia

Lista completa dei riferimenti bibliografici

Licenza associata ai dati

Attribution 4.0 International (CC BY 4.0)

Disclaimer

L’ EMTC può essere soggetto a ulteriori aggiunte e/o aggiornamenti. Per questo motivo il catalogo non può essere garantito come completo, accurato e aggiornato in ogni parte e potrà subire successive revisioni. Gli utilizzatori dei dati sono tenuti a considerare la natura provvisoria dei dati e delle informazioni, qualora volessero usarli per decisioni riguardanti la sicurezza personale o pubblica. Le conclusioni tratte dai dati del database, o le azioni intraprese sulla base dei dati stessi, sono di esclusiva responsabilità dell’utilizzatore.

Per commenti o domande contattare gli autori.